DISTRIBUTORI DI CARBURANTE Differiti gli obblighi di memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

di Vincenzo Pollastrini

Con Provvedimento n.171426/2020 del 22 aprile 2020, il direttore dell’Agenzia delle entrate, d’intesa con il direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, ha differito l’avvio dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri relativi alle cessioni di benzina e gasolio, destinati ad essere utilizzati come carburanti per motore, nei confronti di privati consumatori.

Ecco il nuovo quadro delle scadenze.

Impianti a elevata automazione: l’obbligo è già in vigore dal 1° luglio 2018, dunque nulla cambia.

Impianti che hanno erogato oltre 3 milioni di litri di benzina e gasolio nel 2018: l’obbligo è già in vigore dal 1° gennaio 2020 (salve alcune proroghe temporanee). Viene ora differito al 1° settembre 2020.

Impianti che hanno erogato oltre 1,5 milioni di litri di benzina e gasolio nel 2018: l’obbligo era previsto per il 1° luglio 2020. Viene ora differito al 1° settembre 2020.

Impianti che hanno erogato fino a 1,5 milioni di litri di benzina e gasolio nel 2018: l’obbligo era previsto (e rimane) al 1° gennaio 2021.

La trasmissione deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di riferimento.

Per coloro che liquidano l’IVA trimestralmente, la trasmissione deve avvenire entro l’ultimo giorno del mese successivo al trimestre di riferimento.

Anzio, 22 aprile 2020

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Prenota una consulenza

Studio Pollastrini dal 1992 offre assistenza e consulenza in ambito tributario, aziendale, societario e del lavoro.